DETTAGLI DIMENTICATI?

Un incidente stradale è sempre un evento estremamente violento, traumatico, inatteso ed evitabile sia per le vittime dirette che per quelle indirette.

Le persone coinvolte nell'incidente, che riportano lesioni gravi e/o danni permanenti vedono in un attimo stravolta la propria vita, sviluppando effetti psicologici conseguenti al trauma che potrebbero avere ripercussioni anche a lungo termine.

In molti casi, devono affrontare un percorso di riadattamento rispetto a capacità perse o ridotte per sempre. In qualsiasi caso, la rielaborazione del trauma è sempre un percorso che non riguarda il singolo individuo ma l'intero sistema familiare di riferimento.

In caso di morte di un figlio, di una madre, di una sorella o di un padre, improvvisamente tutti i membri della famiglia vengono esposti al rischio di processi di traumatizzazione secondari che possono portare allo stravolgimento dell'identità e degli scopi stessi della famiglia. Nessuno sopravvive da solo alla morte di una persona cara, il processo di superamento prevede un lavoro d'insieme che va dal singolo individuo al suo sistema familiare e sociale di origine.

Per questo un sostegno professionale è fondamentale per il superamento, non solo delle prime fasi successive al fatto, ma anche nel lungo termine, per affrontare il senso di solitudine che può divenire via via sempre più insostenibile e destrutturante con il passare del tempo.

ONVOS offre la possibilità, alle vittime dirette ed indirette, di essere affiancate e sostenute psicologicamente da un gruppo di professionisti, psicologi e psicoterapeuti.

Un sostegno che può partire dai momenti immediatamente successivi all'incidente ed accompagnare vittime e familiari in tutte le fasi del percorso di rielaborazione del vissuto traumatico. Una presa in carico mirata a rendere tollerabile il trauma che stravolge sempre un'intera famiglia.

TORNA SU